Proteggere la propria salute e godere di vantaggi fiscali, si può

brochure_cassa_RSMLe soluzioni di tutela che offriamo, oltre che competitive e di qualità, da oggi godono anche di un vantaggio economico da non sottovalutare: la deducibilità fiscale nella misura di 3.615,20 euro per assicurato.

Con la riorganizzazione del SSN del 1992, lo Stato Italiano ha previsto che l’attività di assistenza sanitaria venisse affidata a istituti o a enti senza fine di lucro, che potessero offrire le prestazioni escluse dai livelli di assistenza del SSN.

La grande novità è che oggi siamo finalmente riusciti ad abbinare le migliori polizze malattia a vita intera (uniche sul panorama nazionale), ai vantaggi fiscali riservati ai fondi sanitari integrativi.

Ricordiamo che una polizza a vita intera, tra le altre prestazioni, non prevede il diritto di recesso da parte della Compagnia, garantendo la continua copertura sul best online casino soggetto assicurato, non tiene conto dell’età anagrafica e del peggioramento dello stato di salute del socio/assicurato, senza franchigie e l’Assistenza Domiciliare Integrata.

Sia persone fisiche (attraverso le mutue) che giuridiche (attraverso le casse) possono godere del beneficio relativo al rimborso delle spese mediche con convenzionamento a vita intera, della diaria da ricovero a vita intera e da grandi interventi chirurgici a vita intera.

brochure_cassa_RSM

Aspetti fiscali
Negli anni, lo sviluppo normativo ha prodotto un sistema sanitario basato su tre principali pilastri:
1) il Servizio Sanitario Nazionale, che eroga assistenza a tutti i cittadini,
2) i fondi sanitari e i fondi sanitari integrativi, che erogano prestazioni sanitarie integrative e aggiuntive al SSN, nonché sostitutive del SSN,
3) le polizze sanitarie individuali, che assicurano un ulteriore livello di copertura, totalmente a carico delle famiglie
Presupposto per la deducibilità è il rispetto della soglia minima in tema di prestazioni vincolate così come previsto dal Decreto del Ministero della Salute del 27/10/2009.
Il modello UNICO 2013 prevede, nel Quadro RP Oneri e spese al Rigo RP26 con il codice 1, che i versamenti effettuati ai fondi sanitari integrativi siano deducibili nel limite di 3.615,20 euro. E tali oneri sono deducibili anche se sostenuti per i familiari fiscalmente a carico.

Articolo Posteriore:

Articolo Precedente: